1861-2011 - Buon compleanno, Italia

La forza e la tolleranza sono compagne.

- Kahlil Gibran

Lorenzo Guzzeloni sindaco

Nessun commento

Lorenzo Guzzeloni è stato eletto di sindaco di Novate. Non posso che gioire della vittoria di Lorenzo, le cui qualità non mi dilungherò a ricordare, anche perché, ne sono certo, dimostrerà presto e bene il suo valore agendo per il bene della nostra città. Il risultato elettorale di Novate ha una valenza particolare perché segna il ritorno alla guida della città  di una coalizione di centrosinistra dopo dieci anni di governo della destra.

Leggi il resto…

Come si vota?

4 Commenti

Il Manzoni di certo non se ne avrà a male se, parafrasando il suo celebre passo, mi rivolgo ai miei cari venticinque elettori 😀 per illustrare loro la scheda elettorale azzurra e il modo in cui si vota. Dopo aver tracciato una croce sul simbolo prescelto (quale? “Siamo con Lorenzo Guzzeloni Sindaco, ovviamente! :D), è possibile indicare una preferenza scrivendo il nome e il cognome del candidato a fianco del simbolo nello spazio preposto. Ulteriori segni rendono nulla la scheda.

come si vota

Perché ti sei candidato?

7 Commenti

Devo dire che questa domanda me l’hanno posta in tanti, in questi giorni, più di quanti immaginassi.

Vorrei dunque partire proprio da questa domanda per entrare un po’ nel merito della mia candidatura, ringraziando in primo luogo il candidato sindaco per avermi dato l’opportunità di far parte della lista “SIAMO CON LORENZO GUZZELONI SINDACO”.

Leggi il resto…

Sono un fannullone!

7 Commenti

E così, secondo l’esimio ministro Brunetta, sono un fannullone perché (cito):

“Il Paese è con me, ma un pezzo del Paese no e me ne sono fatto una ragione. E’ il Paese delle rendite, dei poteri forti e quello dei fannulloni, che spesso stanno a sinistra.” (Adnkronos/IGN)

Non aggiungo altro perché ritengo che l’intelligenza dei miei lettori sia tale da capire che si tratta solo di una squallida operazione di denigrazione.

Ministro, il settore pubblico è davvero pervaso da tanti problemi, primo tra tutti l’immobilismo che regna sovrano e incontrastato. Perché, invece di lanciarsi in invettive sterili non comincia a tagliare qualche testa tra i megadirigenti pubblici? Ah, no… scusate. Quelli no.

P.S. Qualora vogliate esaminarlo, il mio riepilogo di servizio è a vostra disposizione.

Io sono disordinatissimo

2 Commenti

Secondo uno studio, i disordinati sono di sinistra: mi piacerebbe chiedere agli scienziati se hanno riscontrato una qualche forma di progressione tra “sinistrezza” e disordine, perché nel caso altro che sinistra extraparlamentare… 😀

La “delegificazione”

1 Commento

avrà finalmente il suo paladino? lo scopriremo presto, molto presto. Permettetemi di dire che però suona come un’operazione di bieco “cadreghinismo”. Prossimo passo? 😀

Dopo voto

8 Commenti

Dopo la conclusione della tornata elettorale e nel primo giorno della XVI legislatura, vorrei annoiarvi con una mia analisi (per quel che può valere l’opinione di un profano, ovviamente) della nuova situazione politica italiana: non vi nascondo che, avendo votato per il Partito Democratico, il futuro governo non ha la mia simpatia, ma cercherò di essere il più possibile obiettivo. Il terremoto politico ha fatto un gran bene, a mio avviso: ha consentito la polarizzazione e la situazione è ora decisamente più chiara: la maggioranza ha davvero una maggioranza e non ha alibi. Leggi il resto…

Il blog del villaggio

3 Commenti

Anche se Novate si fregia del titolo di città, purtroppo non viene gestita in modo da valorizzare le sue potenzialità: si pensi allo stato del verde pubblico, alla scarsa attenzione all’arredo urbano, alle strutture sportive, alla politche sociali e giovanili, ai trasporti pubblici, alla (s)vendita del patrimonio cittadino… e potrei continuare a lungo.

Un cittadino novatese ha aperto un blog per poter discutere dei problemi della nostra città e proporre idee e suggerimenti. La trovo un’idea molto interessante.

Il governo è morto, viva il governo

4 Commenti

Ieri si è consumata, nell’aula del Senato dell Repubblica, una serata grottesca. Insulti e risse nel peggior stile cui ci hanno abituati i nostri governanti e, quel che è peggio, il clima di gaudio e tripudio con tanto di brindisi alla proclamazione dei risultati sulla votazione. Sono d’accordo che governo Prodi non abbia goduto dei favori della maggioranza della popolazione, ma qualche buon risultato l’ha portato a casa, specialmente in campo economico (si pensi ai risultati ottenuti in materia di deficit). Ora, al solito, siamo riusciti a ridicolizzarci davanti al mondo intero: il governo, tenuto in scacco da partitini invero numericamente insignificanti, è caduto. Bel risultato.

Partito Democratico

16 Commenti

Come forse vi avevo già accennato, ho deciso di aderire al processo di costituzione del Partito Democratico, ritenendo che sia un’opportunità irripetibile per poter dare una “scossa” alla politica italiana ed essendo affascinato dall’idea di costituire un partito dalla base e, soprattutto, caso unico nella storia politica italiana, per fusione e non per scissione. Domani ci sono le primarie. A tutti coloro che andranno a votare, e mi auguro che non siano pochi, auguro buon voto; a chi presterà servizio nei seggi, buon lavoro. Agli altri, beh… buona domenica. 😀

Post precedenti